• Archivio documentario

    L'inventario dei sessanta metri lineari di carte inventariate e disponibili per la consultazione.
  • Accedi alle foto

    Puoi ricercare e visualizzare le migliaia di foto raccolte dal Centro Galmozzi.
  • Pubblicazioni

    Oltre trenta libri sulla storia, la società, il lavoro e il territorio di Crema e del Cremasco.
  • Contattaci

    Se hai del materiale storico inerente il territorio cremasco non esitare a contattarci.

Cos'è il Centro Galmozzi? / What's Centro Galmozzi?

Il Centro nasce il 25 aprile 1999 come associazione culturale per la promozione della storia locale del territorio cremasco. Ha sede a Crema in Piazza Premoli dov'è collocato l'archivio documentario e fotografico con materiale risalente al XIX e al XX secolo. Nel corso degli anni il Centro ha prodotto oltre trenta libri, quasi tutti accompagnati da un documentario, oltre a mostre, convegni, concerti e laboratori didattici che coinvolgono il mondo della scuola.

The Centro Galmozzi was born on 25th april 1999 as cultural association to promote the local history and the territory of Crema. The headquarters are in Premoli square of Crema, where the photographic and documentary archive is situated. The material of the Centro Galmozzi dates back to XIX and XX centuries. It has produced more than thirty books, almost all of them are accompanied by a documentary.Also exhibitions,concerts,conferences and didactic laboratories for schools are organised.

Liberazione 2016

Il Comitato di promozione dei principi della Costituzione opera dal marzo del 2014. In questi due anni ha cercato di realizzare quanto promulgato nell'atto costitutivo soprattutto impegnandosi a coinvolgere le scuole e le realtà operanti sul territorio con l'obiettivo di un graduale passaggio di testimone: i giovani protagonisti in quanto non ricettori passivi di celebrazioni rituali.

Lo abbiamo ottenuto con la celebrazione della giornata della memoria e della giornata del ricordo. Lo abbiamo di nuovo sperimentato con la presenza numerosa e partecipe allo spettacolo su Giovanni Falcone, per noi un momento importante di riflessione sul principio di legalità, ma anche un richiamo alla partecipazione attiva e lo vediamo nel 25 aprile che dallo scorso anno vede, nella festa (e in tutto ciò che la precede) una massiccia presenza delle scuole.

Anche quest'anno la giornata di celebrazione è stata anticipata da momenti di riflessione ( la proiezione del film Dritti nella tempesta nelle scuole, l'incontro con Filippo Pizzolato, docente di diritto pubblico all'università degli studi Milano Bicocca, che si terrà il 15 aprile nell'aula Magna dell'università e che vede la partecipazione di alunni dell'Itis, del Liceo scientifico, dello Sraffa, del Marazzi e del Cr Forma. Il titolo quest'anno della riflessione è: Diritti e doveri: Costituzione e dinamiche sociali. Quali prospettive?

Anche il filmato che verrà presentato, come da tradizione, in sala ricevimenti dopo la deposizione della corona al famedio e gli interventi delle autorità, già nel titolo Giovani memorie richiama quest'attenzione. Saranno infatti i giovani i protagonisti, per ora visti in alcuni momenti di particolare tensione civica e, si spera il prossimo anno, autori di personali riflessioni e prodotti.

La festa pomeridiana, dallo scorso anno diventata tradizione, vede la partecipazione di tre scuole: l'Istituto Sraffa per l'allestimento del buffet, l'Istituto Stanga per l'allestimento floreale e il Folcioni per la partecipazione della band Imparerock guidato da Ruggero Frasson.

Avremmo voluto coinvolgere anche i numerosi corsi di vario genere presenti sul territorio e adatti ad animare una festa popolare, ma lo spazio che anche quest'anno abbiamo scelto non ci ha consentito l'apertura a gruppi che hanno bisogno di una vera e propria piazza per essere totalmente godibili (e su questo rifletteremo). Completerà l'animazione musicale della festa la band di Gio Bressanelli che in questi due anni ci è stato vicino collaborando, in modo totalmente volontario, ogni volta che glielo abbiamo chiesto. Ad animare la festa nei momenti di pausa musicale l'associazione di clown Quarky.

Il tema la pace. Ricordiamo durante la mattina i momenti di lotta di liberazione e riflettiamo, il pomeriggio in un clima festoso, dopo aver onorato i caduti per la libertà nella biciclettata di tradizione con la deposizione delle corone alle lapidi di crema e Izano, su un principio costituzionale importante, soprattutto oggi. Abbiamo bisogno di pace.

  • Il cuore del Centro

    Memoria al futuro

    Dal 1999 il Centro realizza libri per approfondire la storia del territorio cremasco del XIX e XX secolo. Ad oggi sono più di trenta le pubblicazioni prodotte oltre ad altri libri editi in collaborazione con altre associazioni.

    Accedi

  • Storia da vedere

    Documentari prodotti

    L'azione di divulgazione storica avviene anche con la produzione di documentari che valorizzano il patrimonio delle testimonianze raccolte. Questo lavoro è affidato a collaboratori volontari e professionisti. Parte del materiale è visibile sul canale YouTube.

    Accedi

  • In piazza Premoli a Crema

    Una scoperta continua

    Sessanta metri lineari di documentazione (1837-2009), riordinati e inventariati.

    Accedi

  • Laboratori didattici

    Un'opportunità di studio

    Avvicinare gli studenti alla storia facendogli indagare gli avvenimenti locali.

    Accedi

Demo

Iscriviti alla newsletter

Associati al Centro

Per diventare socio del Centro scrivi a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.. Adesione ordinaria comprensiva di pubblicazione
18 €, quota ridotta (senza libro) 8 €.